,

BANDO CONTRIBUTO AFFITTO 2024

Il Comune di Prato ha pubblicato un bando per assegnare contributi economici finalizzati ad integrare il pagamento del canone di locazione, sulla base di un fondo nazionale istituito nel 1998. 

Criteri, requisiti e modalità operative sono definite nell’avviso pubblico Bando contributi affitto 2024.

Chi può richiederlo

  • Cittadini italiani o stranieri residenti nel Comune di Prato

Documenti richiesti

  • Copia documento d’identità
  • Copia del contratto di locazione
  • Documentazione a dimostrazione del pagamento dell’imposta di registro
  • Ulteriori documenti in casi particolari

Graduatorie

Pagamento del contributo

  • Previa verifica dell’avvenuto pagamento del canone di locazione
  • In un’unica soluzione, fino a esaurimento risorse

Possono presentare la domanda di contributo i cittadini italiani e stranieri residenti nel Comune di Prato, in possesso di: 

  • regolare contratto di affitto relativo all’immobile in cui si risiede;
  • valore ISE non superiore a € 32.192,74;
  • valore ISEE non superiore a € 16.500,00.

Ulteriori requisiti obbligatori per presentare la domanda sono riportatati all’art. 1 del bando.

I cittadini di stati non aderenti all’Unione Europea o gli apolidi possono partecipare al bando se sono in possesso di un permesso di soggiorno in corso di validità.

Informazioni da sapere prima di inoltrare la domanda:

  • recapiti telefonici e indirizzi e-mail;
  • dati di persone fisiche o di enti che forniscono eventuali aiuti economici;
  • codice IBAN;
  • In caso di di handicap grave o di invalidità: numeri e date delle certificazioni attestanti.
  • In caso di separazione o divorzio: numero e data di registrazione del provvedimento di omologa o della sentenza di separazione o di divorzio del Tribunale;
     

Documenti da allegare alla domanda:

Copia del documento di riconoscimento del richiedente (es. carta d’identità, passaporto):

solo in caso di appuntamento per servizio di facilitazione; non necessario per la domanda online.

Copia del contratto di locazione

Copia dell’attestazione del pagamento annuale dell’Imposta di Registro
In alternativa copia della comunicazione del proprietario dell’alloggio da cui risulta l’applicazione della “cedolare secca”, se l’opzione della cedolare secca non è stata inserita nel contratto di locazione.

In caso di titolarità pro-quota con valore catastale complessivo superiore a € 25.000,00:
Documenti attestanti la titolarità pro-quota di diritti reali sugli immobili e la documentazione che dimostri l’indisponibilità giuridica delle quote degli immobili stessi;

In caso di immobile pignorato:
Copia del provvedimento di pignoramento;

In caso di ISE inferiore al canone annuo di locazione:
Dichiarazioni dei soggetti che prestano aiuto economico (figli, genitori, parenti, amici) o enti che non sono enti pubblici (modulo disponibile nella pagina del bando).
Con allegata la copia del documento di identità e copia della dichiarazione dei redditi o di certificazione equivalente.

Se cittadino extracomunitario o apolide:
Copia del titolo di soggiorno in corso di validità. 
Nel caso sia scaduto è necessario allegare la ricevuta di rinnovo emessa entro 60 gg. dalla scadenza.

Per altri documenti da allegare per casi specifici vedi pagina del bando.
 

 

Integrazioni successive all’ammissione

 

Dal 2 gennaio al 28 febbraio 2025 gli ammessi al contributo dovranno presentare al Comune di Prato:

  • modulo di attestazione del pagamento del canone di locazione (disponibile nella pagina del bando), e copia del documento di identità valido del proprietario dell’immobile;
  • modulo per integrazioni (disponibile nella pagina del bando).

In caso di più proprietari dello stesso alloggio, dovrà essere presentata l’attestazione di ogni proprietario con allegata la copia di un valido documento d’identità di ognuno di loro. 

Laddove gli immobili oggetto del contributo fossero più di uno, dovranno essere presentate le necessarie attestazioni dei proprietari con le rispettive copie dei documenti d’identità degli stessi proprietari. 

In caso di impossibilità a produrre l’attestazione di pagamento del canone di locazione rilasciata dal proprietario dell’immobile oggetto di locazione, il conduttore dovrà produrre le ricevute di pagamento, quietanzate ed in regola con l’imposta di bollo, o copia dei bonifici bancari effettuati in favore del proprietario, comunque nel rispetto dei termini previsti per la presentazione dell’attestazione. 

Non sono ammessi estratti di conti correnti bancari per attestare il pagamento del canone di locazione.

La documentazione dovrà essere presentata con una delle seguenti modalità:

La domanda per il bando annuale contributo affitto 2024 può essere presentata online, dalle ore 12.00 di giovedì 20 giugno alle ore 13.00 di giovedì 25 luglio 2024

Solo gli anziani e le persone con comprovate fragilità (disabilità o altre condizioni oggettive che non consentono di accedere a procedure e strumenti informatici) e senza alcuna rete familiare, possono prendere un appuntamento, presso gli uffici del Servizio Sociale e Immigrazione, per ricevere servizio di assistenza alla compilazione e invio della domanda. L’appuntamento può essere prenotato telefonicamente (vedi Allo sportello).

Coloro che hanno presentato domanda online e sono in graduatoria definitiva avranno diritto, solo dopo aver presentato le ricevute di pagamento dei canoni di locazione dell’anno 2024 dal 02 gennaio al 28 febbraio 2025, ad un contributo per il pagamento del canone di locazione.

La collocazione nella graduatoria però non comporta automaticamente il diritto all’erogazione del contributo teorico riconosciuto, l’effettiva liquidazione è subordinata alla disponibilità delle risorse

La graduatoria provvisoria e l’elenco provvisorio degli esclusi verranno pubblicati entro il termine non perentorio di 60 giorni dalla scadenza del bando e saranno consultabili sul sito Internet del Comune alla pagina del bando, presso l’Urp di Comune e Provincia di Prato e presso la sede del Servizio Sociale e Immigrazione.

Entro il termine perentorio di 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria sull’Albo Pretorio è possibile proporre ricorso tramite il modulo disponibile alla pagina del bando, da presentare:

La graduatoria definitiva e l’elenco definitivo degli esclusi saranno pubblicati all’Albo Pretorio entro il termine non perentorio di 60 giorni dal termine per la presentazione dei ricorsi e saranno consultabili sul sito Internet del Comune alla pagina del bando, presso l’Urp di Comune e Provincia di Prato e presso la sede del Servizio Sociale e Immigrazione.

Si ricorda che, così come previsto nel bando, la collocazione nella graduatoria non comporta automaticamente il diritto all’erogazione del contributo teorico riconosciuto, pertanto l’effettiva liquidazione è subordinata alla disponibilità delle risorse.

Per informazioni generali sul bando:

URP – Comune e Provincia di Prato

Piazza del Comune 9 – Prato

Orario di apertura al pubblico
Lunedì ore 9.00 – 13.00 e 15.00 – 17.00
Mercoledì e giovedì ore 9.00 – 13.00

Numero verde
800 058850 (sia da telefono fisso che mobile)

E-mail
[email protected]

Condividi